Digitalizzare grandi volumi di documenti: ecco gli scanner giusti

Per digitalizzare grandi volumi di documenti in poco tempo e con una resa impeccabile, non ci si può accontentare di uno scanner commerciale. Ciò che serve è uno scanner professionale veloce, che possa gestire grandi carichi di lavoro giornalieri e che preveda un alimentatore automatico di fogli, in modo da automatizzare l’acquisizione ottica.

Gli esperti di Bucap hanno selezionato tre scanner rotativi tra i migliori del mercato, in grado di fornire la soluzione giusta per l’esigenza di scanner per grandi volumi documentali. In più, tali scanner si caratterizzano per la particolare compattezza. Elemento che li rende ideali per un uso da ufficio.

Stiamo parlando degli scanner Kodak delle serie i2900, i3250 e i3400 per formati A4 e A3 e una capacità ADF di 250 fogli. Questi prodotti per la gestione documentale del catalogo proposto da Bucap sono in grado di lavorare dai 10.000 ai 20.000 fogli al giorno e di effettuare acquisizioni ottiche a una velocità che va dalle 60 ppm/120 ipm alle 90 ppm / 180 ipm con una risoluzione che arriva ai 300 dpi.

Grazie al sistema di protezione intelligente del documento, questi scanner garantiscono la salvaguardia degli originali dal danneggiamento. Inoltre, i software di scansione permettono l’ottimizzazione dell’immagine acquisita per una definizione nitida e per la perfetta resa dell’immagine digitale.

Per scoprire di più visitate la pagina dedicata agli scanner rotativi per grandi volumi di scannerizzazioni.

Scannerizzare piantina e planimetria, gli scanner professionali

Gli indubbi vantaggi della gestione documentale digitale possono essere particolarmente preziosi per quegli studi professionali (geometri, architetti, progettisti…) o quegli enti che devono gestire volumi notevoli di documenti di grandi dimensioni. In questi casi, infatti, piantine, planimetrie e progetti possono divenire un serio onere d’archiviazione e una perdita di tempo nella ricerca di pratiche archiviate. La soluzione è scannerizzare.

Per scannerizzare piantine e planimetrie, però, sono necessari strumenti professionali come scanner in grado di gestire documenti di grandi fomati. Una dotazione che è sempre più indispensabile per tutti quegli studi professionali o uffici pubblici che vogliono godere dei vantaggi della rivoluzione paperless.

Gli scanner più indicati per l’acquisizione ottica di documenti quali piantine e planimetrie di progetti sono gli scanner a planetario di grande formato. Grazie all’ampia superficie disponibile per l’acquisizione ottica e la speciale ripresa dall’alto, questa soluzione per la scannerizzazione garantisce un salto di qualità nella gestione documentale digitale dei professionisti.

Per scegliere il migliore prodotto per le vostre esigenze approfondite l’argomento leggendo la nostra pagina dedicata a questo tipo di scanner e contattate i nostri esperti.

Le vostre piantine e le vostre planimetrie stanno per trasformarsi da problema d’archiviazione a preziosa risorsa documentale grazie alla scannerizzazione.

Una risposta a ogni esigenza: lo scanner rotativo con lastra piana

Abbiamo visto come gli scanner rotativi possono essere validi alleati per le acquisizioni ottiche di uffici, studi professionali o enti, soprattutto quando dotati di sistema ADF. Ma per poter garantire il massimo della flessibilità in fatto di formati scannerizzabili in modo pratico e rapido, uno scanner rotativo dotato di lastra piana è ciò che serve.

Grazie alla scannerizzazione tramite lastra piana, infatti, è possibile procedere all’acquisizione ottica di formati non standard o di documenti fascicolati, cosa che non sempre è possibile fare con lo scanner rotativo, se non a rischio di danneggiare i documenti originali.

Tra i prodotti per la gestione documentale e la digitalizzazione proposti dal catalogo Bucap, sono presenti i seguenti modelli di scanner rotativi dotati di lastra piana A4 integrata:

Oltre le caratteristiche strutturali che li rendono due prodotti compatti, rapidi e funzionali, pensati per non sacrificare spazio anche negli uffici più piccoli, questi due scanner rotativi con lastra piana vantano la qualità certificata da un marchio, come Kodak, da sempre sinonimo di professionalità e di alta definizione.

Per scoprire di più sugli scanner rotativi dotati di lastra piana A4 o sulle altre soluzioni professionali per l’acquisizione ottica, vi invitiamo a visitare la pagina dedicata ai prodotti per la gestione documentale o a contattare i nostri esperti.

Scanner documentale, benvenuti nell’era del paperless

Chi ha bisogno di uno strumento per l’acquisizione ottica senza pretese, può affidarsi agli scanner commerciali. Ma se il vostro è uno studio professionale, un’impresa o un’organizzazione che lavora con i documenti e mira a entrare nell’era del paperless allora ciò di cui avete bisogno è uno scanner documentale: progettato ad hoc per garantire le migliori performance nell’acquisizione ottica e nella gestione dei documenti.

Velocità di scannerizzazione, possibilità di alimentare i documenti automaticamente, capacità di gestire i formati tipici dei documenti (siano essi rilegati o meno), perfezionamento dell’immagine pre e post-acquisizione: sono tutte funzionalità che concorrono a fare di uno scanner documentale un hardware professionale ad alta efficienza. Chiedere di meno, significherebbe vanificare il vostro investimento.

Gli scanner documentali proposti da Bucap sono hardware di alta qualità pensati appositamente per l’acquisizione ottica dei documenti cartacei.

Si pensi, ad esempio, allo scanner planetario: particolarmente indicato nel caso di documenti rilegati (libri societari, testi anche antichi, riviste o quotidiani), richiede pochi gesti anche per l’acquisizione ottica documentale delle fonti cartacee di più difficile manipolazione.

Strumenti progettati per gli uffici che possono dedicare poco spazio all’hardware, gli scanner compatti di Kodak garantiscono il massimo delle prestazioni, nel minimo spazio.

Per trovare lo scanner documentale più adatto alle vostre esigenze, non esitate a contattare i nostri esperti.

Software as a service, cos’è una soluzione SaaS

Si scrive SaaS e si legge Software as a service. Ma cos’è e perché se ne sente (e se ne sentirà) parlare sempre più spesso?

La prima cosa da comprendere, quando parliamo di SaaS è l’ambito tematico: il Software as a service è un approccio dalla distribuzione dei programmi software applicativi. La peculiarità di questo modello risiede nel fatto che il produttore del software utilizza il web per mettere a disposizione dei propri clienti il programma applicativo, senza venderne la proprietà.

Lo sviluppatore proprietario crea e gestisce l’applicazione online, avvalendosi anche di terze parti per l’eventuale integrazione o assistenza.

Il concetto di SaaS si applica esclusivamente all’ambito B2B e offre alle aziende una serie di vantaggi che rendono il Software as a service una risorsa strategica:

  • Abbattimento dei costi rispetto all’acquisto della licenza tradizionale;
  • Flessibilità e possibilità di soluzioni On-Demand;
  • Bassa richiesta del profilo hardware aziendale (dato che l’applicazione è gestita tramite browser).

Bucap propone in modalità SaaS un software che si rivela sempre più indispensabile per le aziende di ogni dimensione: il protocollo informatico Piuma, sviluppato dalla nostra area progettazione e innovazione. Per scoprire di più sul software di protocollo informatico Piuma, segui il link.

Standardizzazione dei processi aziendali, la chiave per il successo

Soprattutto in processi aziendali complessi che richiedono attività ripetitive (si pensi, ad esempio, all’attività di contabilità fornitori), gli errori e i tempi di lavorazione e archiviazione delle pratiche sono elementi nei quali s’annida l’inefficienza e lo spreco di risorse.

La chiave per una maggiore efficienza può essere trovata nella semplificazione e nella standardizzazione di tali processi aziendali. Anche nel caso dell’ausilio di un sistema ERP, i flussi di lavoro possono ingolfarsi a causa di un workflow documentale cartaceo non delineato.

L’ottimizzazione passa per l’eliminazione dei passaggi inutili, la standardizzazione dei processi, la dematerializzazione documentale e l’automazione delle attività ripetitive. A ciò si può arrivare grazie all’implementazione di sistemi di protocollo informatico e di gestione documentale digitale.

Bucap offre una serie di soluzioni integrate che permettono la perfetta standardizzazione dei processi aziendali e si integrano alla perfezione con i più diffusi sistemi ERP. Prodotti hardware, software (come il protocollo informatico Piuma), servizi e una consulenza altamente qualificata nella gestione dei flussi documentali aziendali sono le componenti di una formula d’avanguardia per trasformare i processi aziendali in ambiti d’eccellenza e strumenti di competitività e successo.

Scoprite cosa Bucap può fare per voi navigando il nostro sito e contattando i nostri esperti.