Il Codice di Amministrazione Digitale si riferisce spesso all’AOO come unità di riferimento per la gestione dei workflow documentali e per la definizione di metodologie di protocollazione dei documenti digitali. Ma cosa si intende per AOO?

L’acronimo identifica l’Area Organizzativa Omogenea, vale a dire quell’insieme di strutture o di funzioni che, nell’ambito della Pubblica Amministrazione, può essere considerato come unità operativa unica per omogeneità e coerenza nella gestione dei flussi documentali.

Grazie alle AOO, la complessa architettura della Pubblica Amministrazione può essere suddivisa in unità ben precise, utili al funzionamento dei processi documentali. Gli addetti all’archiviazione potranno così imputare con certezza i singoli documenti a un’Area Organizzativa e potrà, altrettanto facilmente, essere individuato il destinatario in un’altra AOO, nel caso di workflow interno alla PA.
Ciascuna AOO dovrà poi dotarsi di un protocollo interno per la gestione dei documenti in entrata e in uscita.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *