1

Archivio digitale: conservare, condividere e informare

La storia dell’Economia italiana in un Archivio

In un articolo di approfondimento abbiamo trattato dell’evoluzione storica degli Archivi, in questo articolo, invece, parleremo di un “particolare” Archivio storico: ASE – Archivio Storico degli Economisti.

Perché l’esigenza di creare un archivio digitale?
La risposta ci viene fornita direttamente dalla sezione del sito, denominata Il progetto.
Gli Archivi, come abbiamo già sottolineato in diverse occasioni, rispondono essenzialmente all’esigenza umana di voler conservare, per diverse ragioni, documenti, beni e tutto quel che, per sua nautura, è archiviabile.

Il progetto del quale vi parliamo nasce con l’obiettivo di costituire “una guida generale alle carte degli economisti, conservate in ItaliaL’idea ispiratrice è che lo sviluppo e la diffusione di questo archivio virtuale potrà favorire una migliore comprensione del contributo degli economisti italiani alla scienza economica…”.

Archivio ASE

Benché, dunque, siamo soliti, giustamente, accostare al concetto di Archivio e Archiviazione termini quali cartaceo, digitale, ottica e penale (nel caso dei processi in Tribunale), questa visione “romantica” dell’Archivio ci consente di guardare a questo strumento/mezzo con un occhio diverso: l’Archivio come conservazione della nostra cultura.

Sono molteplici le motivazioni che spingono Enti, PA e Aziende private ad optare per la creazione di Archivi digitali.

Nel caso specifico dell’Archivio digitale ASE, come già accennato è “accrescere la nostra consapevolezza critica, e lo spessore culturale..“.

Le motivazioni meno romantiche e più tecniche riguardano sicuramente la facilità di consultazione e condivisione delle informazioni contenute in un archivio digitale, quindi documenti digitalizzati, rispetto alla consultazione di archivi cartacei.

Si pensi, citando appunto il caso in questione dell’Archivio Storico degli Economisti, all’ampia possibilità di effettuare ricerche utilizzando diverse modalità: selezionando un formato (schede, grafico o formato lungo), effettuando una ricerca per nome, istituto, enti o toponimi o effettuando una ricerca multipla o, oppure, accedendo agli indici.

Inoltre, le tecnologie adottate per rendere gli archivi digitali altamente usabili sono in continua evoluzione, e gli archivi digitali diventano sempre più user friendly.

Bucap, che opera dal 1989 nel settore dell’Archiviazione, ha sviluppato negli anni un’elevata specializzazione e grazie all’aggiornamento continuo e completo del suo staff è in grado di offrire soluzioni di archiviazione https://www.bucap.it/chi-siamo.htm disegnate sul Cliente.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *