Tra architettura e tecnologia, tra logistica e archivistica, la Macquarie University di Sidney ora può vantare una biblioteca completamente automatica. Un progetto imponente che ha comportato un investimento di 97 milioni di dollari e che, attraverso vari automatismi, permette l’archiviazione e la conservazione di 2.3 milioni di titoli in uno spazio ridotto a un terzo rispetto ai classici scaffali da biblioteca.

L’archivio è organizzato con sistemi di stocking e picking che ottimizzano spazi e tempi di reperimento dei volumi. Gli utenti della biblioteca potranno cercare nel catalogo digitalizzato e ordinare i libri online, che saranno disponibili in pochi minuti presso la stazione di consegna, all’interno della biblioteca.

Il risultato è quello di poter contare su un sistema che permette ottimali condizioni di conservazione documentale (in ambiente controllato) e di archiviazione, guadagnando in spazio da dedicare a studiosi e ricercatori, nonché in risorse umane da allocare alla gestione della biblioteca.

Un perfetto connubio tra sistemi d’archiviazione e sistemi di logistica che migliora il servizio nei confronti degli studenti dell’Università e assicura la longevità dei volumi conservati.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *