I documenti possono essere una fonte di intoppi amministrativi o di inefficienze gestionali. Ma anche una risorsa informativa indispensabile, la linfa vitale dell’operatività di un’azienda. La differenza tra questi due approcci alla gestione documentale è fatta di strumenti tecnologici e di logiche gestionali.

Il management informatico dei documenti è una delle risorse che può trasformare un potenziale ambito d’inefficienza in un’occasione per migliorare la competitività di un’azienda. Attraverso l’ottimizzazione dei flussi documentali e dei protocolli di gestione del patrimonio informativo dell’azienda, si potranno concentrare gli sforzi lavorativi, logistici ed economici su attività più in linea con il core business aziendale.

In particolar modo, per gli imprenditori e gli amministratori che mirano a garantire al propri0 assetto (sia esso limitato ad un’area aziendale o all’ intera impresa) una composizione più snella e priva di inefficienze, la gestione informatica dei documenti è un passaggio obbligato verso un ufficio paperless.

Accanto a ciò, i vantaggi di una gestione dematerializzata del workflow documentale attraverso strumenti informatici saranno evidenti anche a coloro che hanno a cuore l’impatto ambientale dell’attività del proprio business.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *