1

Documenti informatici, ecco come conservare file e dati

Un hard-disk danneggiato, un virus, un backup non funzionante, un file che non viene gestito dai nuovi programmi: sono tutti i rischi della conservazione dei documenti informatici affidata a strumenti, supporti e procedure non professionali. Rischio che diventa ancora più insostenibile nel caso in cui tali documenti siano rilevanti per il business, a fini fiscali o probatori.

In molti, al giorno d’oggi, ricorrono ai sistemi di archiviazione in cloud (di cui abbiamo analizzato i limiti in questo post). La soluzione, però, non è ancora l’ottimale in termini di sicurezza e privacy. Inoltre i documenti informatici conservati, così come sono, non rispondono ai requisiti richiesti dalla legge per la conservazione dematerializzata dei documenti rilevanti. Per questo esistono le procedure di conservazione sostitutiva, un passo successivo rispetto alla semplice archiviazione elettronica dei dati.

Attraverso la conservazione sostitutiva, la conservazione dei documenti informatici può godere di notevoli benefici, soprattutto nel caso in cui l’azienda o l’organizzazione debba gestire un grande volume di documentazione.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *