I libri contabili che siano stati avviati a conservazione sostitutiva sono soggetti a un’imposta di bollo di 14.62 Euro ogni 2500 registrazioni.

Ogni anno le imprese dovranno comunicare all’Ufficio delle entrate di competenza il numero orientativo delle registrazioni previste per l’anno e pagare i relativi bolli. Entro la fine dell’anno solare, si dovrà calcolare il conguaglio confrontando il numero di registrazioni previsto con quello effettivamente riportato nei documenti contabili in conservazione sostitutiva.

La comunicazione del numero di registrazioni presunte dovrà avvenire solo nel primo anno di attività. Per gli anni successivi, il numero di registrazioni effettive calcolate a fine anno verrà assunto come previsione per l’anno successivo (a meno di comunicazioni facoltative da parte dell’impresa).

Il pagamento delle imposte di bollo per i documenti contabili avviati a conservazione sostitutiva dovrà essere effettuato tramite i modelli F23 e F24, indicando la causale 458T.

Tali imposte di bollo dovranno essere versate entro il 31 gennaio di ogni anno.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *