Il flusso documentale, anche detto workflow documentale, è quell’importante funzione aziendale, o amministrativa più in generale, che racchiude tutte le risorse volte alla movimentazione e all’archiviazione dei documenti.

In ogni azienda che tenda ai valore strategico dell’efficienza vengono definiti, più o meno esplicitamente, alcuni protocolli che definiscono le azioni e le risorse necessarie e “raccontano il viaggio” del documento all’interno dell’azienda. Con la diffusione delle tecnologie digitali di archiviazione e di gestione documentale, le prassi e i protocolli legati al flusso documentale stanno velocemente cambiando.

Dove prima c’era bisogno di molte risorse umane e grandi archivi cartacei, oggi basterà un responsabile e un buon sistema informatico strutturato secondo le richieste di legge in tema di archiviazione sostitutiva.

In alcuni casi, il flusso documentale automatizzato tramite strumenti digitali viene affidato in outsourcing per poter fruire di sistemi professionali e di competenze tecniche avanzate.

Qualunque sia la scelta, tra gestione interna o in outsourcing, l’azienda o la PA gioverà da subito dei vantaggi, nel campo dell’efficienza e dell’economicità, derivanti dal passaggio a un flusso documentale digitale.

Scopri tutti i vantaggi del flusso documentale automatizzati in outsourcing.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *