Il backup dei dati conservati negli archivi digitali è uno dei primi provvedimenti da adottare per una sicura conservazione documentale e per assicurare la continuità operativa dell’organizzazione (azienda, ente o altro). Le policy di bakcup sono tutte quelle regole e i protocolli definiti ad hoc dall’organizzazione per adeguare le operazioni di backup alle logiche di fruizione e gestione documentale interne.

Una policy di backup stabilisce:

  • La tipologia del (o dei) backup impiegati – full, disk image, differenziale, incrementale, remoto, data recovery…
  • Frequenza di backup – meglio se a cadenza quotidiana;
  • Periodo di conservazione dei dati salvati nel backup – che può variare in base a normative specifiche o alle peculiarità dell’attività aziendale;
  • Modalità di conservazione dei dati salvati nel backup – le policy di backup definiscono nel dettaglio la modalità di conservazione sicura dei supporti di backup (armadi ignifughi, ambienti protetti…);
  • Protocollo di restore – le procedure per il corretto restore dei dati salvati in backup.

Le migliori prassi per la definizione delle policy di backup richiedono l’impiego contemporaneo di più tipologie e di più frequenze di backup. Ad esempio: backup full e backup a caldo, con cadenza giornaliera e settimanale.

La definizione di policy di backup è solo uno dei provvedimenti da prendere per assicurare un grado ottimale di continuità operativa alla propria azienda.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *