1

Ecco quali sono i profili professionali della conservazione digitale sostitutiva

Con l’istituzionalizzazione e la diffusione della conservazione digitale sostitutiva sono nati e si sono delineati nuovi profili professionali che concorrono a questa funzione della digitalizzazione dei documenti rilevanti ai fini fiscali e giuridici.

Prima di passare all’elenco dei profili professionali della conservazione sostitutiva è bene ricordare che non si esclude che più di un ruolo possa essere ricoperto da uno stesso soggetto.

Ecco i profili e, in breve,  i relativi compiti e la responsabilità:

 

Responsabile del servizio di conservazione: le sue funzioni sono quelli di definizione delle politiche di conservazione, di definizione delle prerogative del sistema di conservazione e verifica della conformità alla normativa vigente.

Responsabile della funzione archivistica di conservazione: si occupa della progettazione e gestione del processo di conservazione, del monitoraggio del processo e dello sviluppo del sistema archivistico.

Responsabile del trattamento dei dati personali: il suo compito è quello di garante del rispetto delle disposizioni in materia di sicurezza e trattamento dei dati personali.

Responsabile della sicurezza dei sistemi per la conservazione: la sua mansione riguarda il monitoraggio dei sistemi di conservazione per garantirne i requisiti di sicurezza secondo gli standard definiti internamente e imposti dalla normativa. Riporta al Responsabile del servizio di conservazione nel caso vengano riscontrate delle anomalie, per la definizione di tempestive azioni correttive.

Responsabile dei sistemi informativi  per la conservazione: questo ruolo ha in gestione il monitoraggio dell’esercizio delle componenti hardware e software dell’architettura IT per la conservazione digitale sostitutiva e per garantire il mantenimento dei livelli di servizio (SLA).

Responsabile dello sviluppo e della manutenzione del sistema di conservazione: a questo profilo professionale è demandato lo sviluppo dell’architettura hardware e software del sistema di conservazione, nonché la gestione e lo sviluppo delle interfacce (siti web, portali…) impiegati per la gestione del servizio di conservazione sostitutiva.

 

Questi sono i profili professionali che devono essere presenti nella struttura del soggetto (pubblico o privato) che ha optato per la conservazione a norma dei documenti in formato digitale.

Tale funzione può essere affidata in outsourcing.

Bucap offre soluzioni professionali per la conservazione digitale sostitutiva, prevedendo anche la possibilità di prendere in carico i ruoli più onerosi della funzione, scaricando il cliente degli obblighi relativi.

Per saperne di più, contattate i nostri esperti.