1

Il sistema informativo archivistico aperto e lo standard OAIS 2012

Tra i modelli informativi e funzionali per la gestione d’archivio, lo standard Open Archival Information System (OAIS) è uno dei punti di riferimento a livello internazionale, assunto come norma internazionale ISO 14721, aggiornata nel 2012. Le norme che regolano lo standard OAIS sono state sviluppate grazie alla collaborazione su base volontaria di esperti, ricercatori, professionisti e appassionati del settore dell’archivistica, da questo deriva il termine “Open”. E’ proprio su questo elemento che si basa la forza del modello: l’ampia applicabilità, poiché svincolato dallo sviluppo ad hoc per un ambito specifico.

Secondo i principi che sottendono allo standard OAIS, l’archivio (sia esso fisico o digitale) ha due obiettivi: la conservazione a lungo termine e rendere accessibili le informazioni in esso contenute.

Con la versione 2012 della norma ISO 14721 vengono rafforzati alcuni aspetti chiave dello standard OAIS come le informazioni sui diritti d’accesso, l’emulazione e la relazione con il software e la pianificazione della conservazione. Viene, inoltre, definito nuovamente il concetto di Pacchetto informativo, veicolo di trasmissione delle informazioni tra producer e sistema di archiviazione e tra quest’ultimo e l’utente.

La ISO 14721:2012 con la versione migliorata del modello di standard OAIS è stata pubblicata sul sito del Consultative Committee for Space Data System (CCSDS), l’ente che si è occupato dell’elaborazione delle norme.

Allo standard OAIS è dedicato un intero capitolo del Manuale dedicato alla conservazione digitale di Sinibaldi e Buongiorno.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *