L’acquisizione ottica è uno dei metodi per avviare i documenti all’archiviazione digitale. Nel web si possono trovare vari software che permettono il fai-da-te nell’acquisizione e schedatura di informazioni affidate a supporti cartacei. Ma non sempre ciò è possibile o auspicabile.

Un software, infatti, non è tutto ciò che serve per una corretta archiviazione ottica digitale, soprattutto nei casi più delicati di documenti d’interesse storico o di supporti particolarmente degradati. In questi casi sarà fondamentale poter contare su strumentazione e competenze adeguate per ottenere un risultato ottimale e per evitare di danneggiare definitivamente i preziosi originali.

L’archiviazione ottica ottenuta attraverso iter a norma di legge, inoltre, assolve la funzione ‘conservazione sostitutiva‘, coniugando i vantaggi della digitalizzazione dei documenti con quelli della conservazione dell’originale cartaceo.

Il costante aggiornamento sulle norme relative alla conservazione documentale, la garanzia di strumentazione tecnologicamente all’avanguardia, nonché le competenze sull’ottimizzazione della risoluzione grafica, sono i valori aggiunti del ricorso a un servizio professionale rispetto a un’archiviazione ottica fai-da-te.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *