Con l’obiettivo di rendere “più trasparente e fruibile” il servizio di giustizia, la Corte di Cassazione, in occasione del restyling del proprio sito online, apre agli addetti ai lavori e ai semplici cittadini i propri archivi. La decisione è anche la risposta a un’esigenza espressa in più occasioni dai principali fruitori degli archivi della Corte: gli avvocati.

L’archivio online delle sentenze, grazie alla nuova piattaforma web, permette la libera consultazione di tutte le sentenze a partire dal 2009 fino ad oggi. Il motore di ricerca permette di ricercare per riferimenti normativi, per parole chiave o per numero/anno della sentenza tra i 146.379 documenti attualmente conservati.

L’archivio delle sentenze della Cassazione, con la messa a disposizione degli atti in formato PDF, ha compiuto un primo passo che porterà, in futuro, all’archiviazione delle sentenze in formato XML secondo lo standard internazionale di rappresentazione informatica XML Akoma Ntoso.

Attualmente il servizio è in fase di sperimentazione e permette l’accesso alle sole sentenze che fanno giurisprudenza in materia civile, si dovrà ancora attendere per quelle di materia penale.

Per iniziare la ricerca tra i documenti messi a disposizione dalla Corte suprema, basta connettersi alla piattaforma SentenzeWeb e compilare i campi o navigare per le sezioni organizzate nel menù di sinistra.