Navigando in giro per il web, in cerca di informazioni utili, novità e curiosità da offrire ai nostri lettori nell’Area editoriale ci siamo accorti che molti utenti sono interessati alla “digitalizzazione delle diapositive”.
Le domande più disparate in merito sono: è possibile digitalizzare le diapositive? Quali strumenti sono necessari per la digitalizzazione delle diapositive? È possibile rendere digitali le immagini impresse nelle diapositive?
La risposta a queste domande è una sola, si, anche se va specificata.
Iniziamo con il dire che si, anche le diapositive sono una sorta di “documento”, non cartaceo ovviamente, ma come tale può essere sottoposto a digitalizzazione.
Il materiale con il quale vengono realizzate le diapositive fotografiche infatti, la pellicola, può essere “visto” come una sorta di documento nel quale imprimere le immagini.

Generalmente le immagini e le foto conservate nelle diapositive sono quelle risalenti a molto tempo fa, che se decidiamo di conservare per sempre è bene vengano digitalizzate.
Gli agenti atmosferici o la conservazione non ottimale delle diapositive rischia di comprometterne per sempre la visibilità, la pellicola delle diapositive non resiste per sempre!

Esistono scanner e procedure di acquisizione ottica e digitalizzazione delle immagini  specifiche proprio per le diapositive.
In altre parole, anche in questo caso, non è possibile improvvisarsi esperti di digitalizzazione, non è possibile utilizzare per la digitalizzazione delle diapositive un qualsiasi scanner.

Link correlati
Scannerizzazione dei documenti 
Microfilmatura 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *