Per digitalizzazione dei cataloghi storici s’intende la conversione in formato digitale, attraverso strumenti di acquisizione ottica, dell’originale cartaceo del catalogo, sia esso a schede o su volume, manoscritti o dattiloscritti. Le immagini generate potranno essere rese disponibili nella rete web attraverso un’adeguata indicizzazione.

Grazie ai progetti di digitalizzazione dei cataloghi storici attraverso l’acquisizione ottica, si è ovviato all’oneroso compito di data entry previsto dalla trascrizione ex novo in formato elettronico dei cataloghi storici delle biblioteche.

Secondo le buone prassi e i progetti pilota di digitalizzazione dei cataloghi storici, le prassi residue rispetto al data entry per ottenere le schede o i volumi in formato digitale sono:

Derivazione da banche dati già esistenti;

Scansione ottica (supportata o meno da soluzioni OCR) e indicizzazione dei supporti cartacei.

Tra le opzioni presentate, l’ultima risulta quella che riesce a coniugare al meglio convenienza, economicità e resa. Gli scanner professionali progettati per l’acquisizione documentale permettono di digitalizzare le schede e i volumi ad alta velocità, puntando sulla standardizzazione dei formati delle schede. Sono queste stesse logiche che permettono la piena preservazione dell’integrità dello stesso catalogo originale (delle sue schede o dei suoi volumi).

La digitalizzazione tramite scansione del catalogo storico è modulare, dato che può essere perfezionata anche in fase successiva alla generazione dell’immagine della scheda.

Secondo quanto definito dallo schema di capitolato tecnico prodotto dall’Istituto Centrale per il Catalogo Unico, la digitalizzazione dei cataloghi storici manoscritti, a volume e a scheda, deve avvenire secondo buone prassi e specifiche tecniche:  a partire dal formato delle immagini (TIFF CCITT G4) fino ad arrivare ai sistemi di controllo della qualità e l’indicizzazione delle immagini acquisite in un archivio elettronico.

Seguite il link per scoprire ciò che Bucap può fare per risolvere le vostre esigenze di digitalizzazione dei cataloghi storici.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *