Si parla moltissimo di questi tempi di dematerializzazione per una gestione facilitata della Pubblica Amministrazione. Si parla di fatturazione elettronica, conservazione sostitutiva e assistenza telematica al cittadino. Su questa linea la dematerializzazione dei contratti. Ad oggi solo la contrattualistica pubblica, e in particolare quella legata all’assunzione di nuovi insegnanti, ha implementato il nuovo metodo di contrattualizzazione. Questa strategia ha portato non pochi vantaggi alla gestione burocratica della pratica. La dematerializzazione del contratto, infatti, va ad intaccare la struttura dei rapporti tra i diversi agenti coinvolti, semplificandoli e velocizzando la trasmissione delle informazioni, favorendo un controllo costante sui processi.

Nel particolare la stipulazione di un contratto per un insegnante fino a poco tempo fa comportava un impegno burocratico non indifferente, con annessi i rischi di ritardi nella trasmissione delle pratiche. Ora la dematerializzazione delle procedure, dei documenti e la telematizzazione della trasmissione rende la vita più facile a tutti gli agenti interessati al processo. Da una parte il candidato insegnante provvederà a fornire la documentazione necessaria al dirigente scolastico responsabile dell’assunzione, il quale, da garante del processo, si preoccuperà di inserire il contratto nel SIDI, Sistema Informativo dell’Istruzione. Con un semplice click il contratto de materializzato verrà trasmesso, in forma protetta e non modificabile (formato PDF/A), al Ministero dell’Economia e della Finanza. La versione protetta del contratto giungerà poi per opera della trasmissione del MEF alla Ragioneria Provinciale e al Sistema Informativo Centrale del Tesoro. La trasmissione avverrà sempre in massima sicurezza, essendo trasmessa tramite Posta Elettronica Certificata e con il sigillo della firma elettronica.

Sono molti i vantaggi della digitalizzazione di questo processo:

  • La sicurezza del documento, già citata più volte;
  • L’inserimento in banca dati del SIDI e la trasmissione telematica delle informazione tra gli agenti del processo, facilita e velocizza qualsiasi comunicazione riguardo ogni variazione o modifica del contratto stesso, con un notevole risparmio di tempo e denaro;
  • Il candidato può in ogni momento verificare lo stato di approvazione del proprio contratto attraverso un apposito portale;
  • La Ragioneria Provinciale sarà facilitata nel controllo a campione dei contratti in quanto, con la trasmissione di questi per via telematica, immediatamente da parte del dirigente scolastico addetto, avrà a disposizione un archivio elettronico sempre aggiornato.

Nonostante l’implementazione dei processi di digitalizzazione o dematerializzazione porti innumerevoli vantaggi, contemporaneamente comporta delle anche difficoltà in termini di scelta e gestione dei software informativi nonché di abitudine alle novità de. Per questo motivo il governo, nello stilare il piano e-Gov che sottende a tutte le operazioni di innovazione digitale, ha consigliato fortemente alle PA la consulenza di privati sul tema. Bucap si colloca tra coloro che sono in grado di implementare autonomamente o svolgere un servizio di consulenza sui processi descritti, consentendo al proprio cliente di abbattere le difficoltà iniziali.

Approfondimento
Aquisizione elettronica dati

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *