Da dove iniziare per ottenere una certificazione di rispetto della norma ISO 14001? Un sistema di gestione documentale con un basso impatto ambientale può essere un buon inizio.

Iniziamo con l’analizzare quali sono i punti focali dello standard ISO 14001 di gestione ambientale (SGA). Tale norma internazionale di qualità dei processi richiede l’individuazione, l’eliminazione e la verifica degli elementi di rischio ambientale relativi all’ambito specifico di attività di un’azienda. Ciò deve avvenire attraverso le quattro azioni sulle quali si basa lo standard: Plan (pianificare), Do (attuazione), Check (verifica) e Act (intervento).

Da ciò si deduce che un’impresa il cui core business preveda un ampio workflow documentale (si pensi ad una banca, un’assicurazione, uno studio di commercialisti, uno studio notarile, etc.) potrebbero aspirare ad ottenere la certificazione di conformità alla norma ISO 14001 attraverso la gestione documentale dematerializzata quale asse portante del proprio Sistema di Gestione Ambientale. Tale possibilità va a sommarsi agli indubbi vantaggi che già  conosciamo, associati alla dematerializzazione e alla conservazione sostitutiva in termini di efficienza ed efficacia operativa, recupero degli spazi e delle risorse dedicate alla gestione documentale fisica.

A testimonianza della qualità dei processi sui quali si basa il servizio di gestione documentale dematerializzata e di conservazione sostitutiva, ma anche quale testimonianza di un’attenzione nei confronti dell’impatto ambientale della propria attività, Bucap ha ottenuto la Certificazione di Sistema di Gestione Ambientale ISO 14001 fin dal 2009.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *