La digitalizzazione di documenti legali e quindi la possibilità di rendere questi ultimi fruibili in modo sicuro e veloce dai diretti interessati è lo strumento mediante il quale sarà possibile, entro la fine del 2010, avviare l’Ufficio del Giudice di Pace di Roma online.
Interessante l’articolo comparso sul giornale Innov@zione.PA che riferisce della convenzione tra Ministero della Giustizia, Comune di Roma ed Equitalia, società per azioni, a totale capitale pubblico (51% in mano all’Agenzia delle entrate e 49% all’Inps) a tal fine.

In questo caso è più che mai evidente come e quanto la possibilità di smaltire i numerosi arretrati, documentazione che generalmente arriva copiosa negli uffici dei Giudici di Pace ai quali si ricorre per cause civili, penali e ricorsi contro le sanzioni del codice della strada, possa essere rintracciata solo in una strategia che preveda la digitalizzazione degli stessi.
La fruizione dei servizi online del Giudice di Pace consente sia a cittadini che avvocati di poter consultare i documenti o effettuare un ricorso online.

Nella sezione dedicata, ai Servizi del Giudice di Pace Online sul sito del Ministero della Giustizia è riportato, testualmente:
È possibile compilare il ricorso online e la relativa nota d’iscrizione esclusivamente per proporre opposizione avverso:

verbali, cartelle esattoriali, ordinanze del prefetto a seguito di violazione del codice della strada;
ordinanze del prefetto per emissione di assegno a vuoto;
altre violazioni di competenza del giudice di pace, che non rientrino nelle materie escluse

Attenzione:
Per usufruire dei servizi online direttamente dal sito del Ministero è necessario leggere, preventivamente, una delle guide riportate all’indirizzo gdp.giustizia.it da scegliere in base al Browser con il quale si naviga.
Se ad esempio di sta navigando il web con Firefox 3 allora bisognerà cliccare sulla voce “Istruzioni per Firefox 3“.

Per quanto concerne gli articoli di approfondimento che redigiamo per offrire una panoramica completa ed esaustiva sulla digitalizzazione e archiviazione dei documenti, vi invitiamo a leggere anche i seguenti articoli dedicati a:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *