Le imprese potranno digitalizzare documenti fondamentali (come bilanci d’esercizio, registri contabili e quant’altro) tramite l’adozione di alcuni standard comuni identificati dal XBRL (eXtensible Business Reporting Language).

L’adozione di queste nuove regole sarà in grado di garantire due caratteristiche fondamentali:
Fruibilità: ovvero la possibilità della facile circolazione dei dati finanziari e del rapido accesso ad essi
Snellimento delle pratiche: grazie ai sistemi di automazione dei processi.

L’Organismo Italiano di Contabilità assieme a XBRL Italia hanno approvato la versione 2011 della tassonomia per il deposito dei bilanci d’esercizio delle società di capitali.

Grazie alle indicazioni di questo documento si è inteso creare un sistema di regole univoco per la presentazione dei documenti in formato informatico, dando un ulteriore slancio al processo di digitalizzazione dei documenti in un campo, come quello contabile, ancora caratterizzato da un significativo ricorso al supporto cartaceo.

Grazie agli standard XBRL nel campo contabile, accanto al fine di agevolare la strada verso una diffusione della pratica di digitalizzazione dei documenti, la PA mira a velocizzare e migliorare le pratiche finanziarie per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda digitale europea.

Scopri di più sui servizi di digitalizzazione dei documenti offerti da specialisti nel settore.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *