Tra gli standard per la metadatazione dei file grafici e le immagini digitali, lo standard XMP si caratterizza per l’ampia interoperabilità, anche nel caso in cui l’applicazione non sia predisposta per la lettura dello schema XMP.

Lo standard XMP (Extensible Metadata Platform) progettato per l’assegnazione, l’elaborazione e lo scambio di metadati estensibili, include anche le linee guida specifiche per la metadatazione dei più popolari formati di file, tra cui i più diffusi per le immagini digitali. È ampiamente impiegato anche nei PDF.

L’Extensible Metadata Platform è uno standard proprietario Adobe System Inc. pensato per la più ampia interoperabilità e adottato (sia in lettura che in scrittura) anche da software per la gestione e l’elaborazione di immagini digitali e sistemi operativi più popolari.

Il punto di forza dello standard ISO di metadati XMP è nel fatto che la metadatazione avviene incorporando le meta-informazioni direttamente nel file e non separatamente.

I file d’immagini digitali che supportano i metadati XMP sono i TIFF, JPEG, JPEG 2000, PNG, GIF. Per i formati che non supportano nativamente questo schema di metadatazione, l’XMP viene trasmesso esternamente tramite il cosiddetto file sidecar (estensione .xmp).

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *