Stiamo assistendo ad una efficace rinascimento digitale, con un numero crescente di organizzazioni che eseguono progetti di digitalizzazione ambiziosi: questo è quanto, in sostanza, Google ha affidato alle pagine del suo blog ufficiale per comunicare l’accordo con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

L’accordo tra il MiBAC e il Motore di ricerca consentirà a tutti, italiani e stranieri, di poter usufruire ad alcune delle inestimabili opere appartenenti alle Biblioteche Nazionali di Roma e Firenze: circa un milione di libri non vincolati dal copyright.

Tutto questo grazie alla digitalizzazione degli stessi e quindi alla loro conservazione nel tempo per le generazioni future.
L’accordo può sicuramente essere definito storico in quanto è il primo tra un Ministero e il “gigante del web”. La digitalizzazione darà la possibilità a Dante, Petrarca, Manzoni, Leopardi di arrivare ovunque.

Non solo.
Queste biblioteche conservano testi e opere di tanti pensatori, scrittori e scienziati italiani che non tutti conoscono ma che tutti potranno apprezzare.

Quale sarà il ruolo di Google?
Grazie all’apporto di Google le copie digitali fornite alle due biblioteche potranno essere re-distribuite anche mediante piattaforme diverse da Google Books come Europeana.

Link utili
Europeana (Lingua Italiana)

Biblioteche europee digitalizzate

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *