Per una facile e veloce lettura di qualsiasi documento a marcatura multipla il sistema predestinato è l’OMR o Optical Mark Recognition. Si tratta di un software in grado di rilevare le marcature delle caselle di un documento durante il processo di scansione. Questo è il sistema con cui, per esempio, vengono lette le schedine del totocalcio o le combinazioni del superenalotto. Il software, cugino meno evoluto dell’OCR, Optical Character Recognition, in grado di restituire in formato modificabile ASCII un documento acquisito per immagine digitale, risulta tuttavia molto utile per la gestione e la lettura dei risultati di documenti quali possono pervenire dalla somministrazione di un test o dall’esecuzione di un’indagine statistica.

Il processo attraverso cui avviene un riconoscimento OMR è molto semplice: esso si basa sulla capacità riflessiva della pagina. Durante la scansione di un documento un programma riconosce i punti di minor riflettività della luce sul foglio. In questo caso le caselle annerite rappresentano, in quanto scure, la minor riflessività e vengono quindi considerate nel conteggio finale del software che presenta automaticamente i risultati.

Molte aziende che si occupano di fornire servizi di acquisizione ottica e digitale dei documenti e di conservazione sostitutiva, si occupano inoltre dell’acquisizione e dell’elaborazione di dati tramite OMR fornendo a terzi il loro servizio in outsourcing.

Approfondimenti
Riconoscimento con OMR

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *