Tutto può essere sottoposto a digitalizzazione, è possibile archiviare i suoni, le immagini e, ovviamente, qualsiasi tipologia di documento cartaceo.

E’ possibile digitalizzare anche le pergamene ed è quanto è stato fatto dalla Soprintendenza per i Beni librari e archivistici della Provincia autonoma di Trento con il progetto “Pergamene on line“.
Il progetto, che prevede la schedatura e digitalizzazione del patrimonio pergamenaceo degli archivi trentini, si compone di 53.000 unità archivistiche ma vi è un incremento sistematico di documenti ogni 6 mesi.
Si legge testualmente sul sito dedicato “Le immagini associate ad ogni scheda archivistica rispecchiano fedelmente la struttura del documento e sono di qualità tale da consentire una buona leggibilità“.

E’ possibile effettuare la ricerca scegliendo tra tre diversi tipi di ricerca: semplice, avanzata o libera nei regesti.
La scheda del risultato prescelto, oltre ad avere nitide immagini delle pergamene per altro particolarmente suggestive vista la storia che recano con sé, ci informano anche su altri dettagli quali: tipologia di struttura, ente proprietario, azione giuridica (per esempio se pergamena con la quale veniva concessa l’indulgenza), lingua, sigillo, eventuali danni.

Link di approfondimento:
Pergamene online

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *