I tanti fornitori della PA dal 6 giugno 2014 dovranno prendere confidenza con il SdI, vale a dire: il Sistema d’Interscambio per l’inoltro delle fatture elettroniche alla Pubblica amministrazione. Bucap vi offre alcune indicazioni su come funziona il SdI, per entrare preparati nell’era della fatturazione elettronica.

Ecco le tipologie di notifiche che il Sistema d’Interscambio può rilasciare, come esito dell’inoltro della fattura:

Notifica di scarto: la fattura inoltrata non è corretta su base formale e non viene inoltrata alla PA destinataria.

Ricevuta di consegna: esito di consegna positivo alla PA destinataria.

Notifica di mancata consegna: esito di consegna negativo alla PA destinataria. Il SdI ritenterà la consegna della fattura per un determinato periodo (10 giorni).

Attestazione di avvenuta trasmissione con impossibilità di recapito: il SdI non è riuscito a recapitare la fattura. Questo messaggio viene prodotto dopo 10 giorni di tentativi.

(comunicazione facoltativa) Accettazione/rifiuto da parte della PA destinataria: la PA destinataria può, a propria discrezione, rilasciare la comunicazione di accettazione o rifiuto contabile della fattura.

Notifica di decorrenza del termine: messaggio rilasciato automaticamente dal SdI, in assenza della notifica di accettazione rifiuto da parte della PA destinataria, al termine periodo necessario alla chiusura del processo d’accettazione per la specifica fattura.

Il SdI non rilascerà alcuna notifica relativa al pagamento delle fatture inoltrate.

Ora che sappiamo un po’ di più su come funziona il SdI, approfondiamo la nostra conoscenza delle sue notifiche, andando a vedere come sono composte e in che formato sono.

Tutte le notifiche rilasciate dal Sistema di Intercambio sono prodotte in formato XML, sono siglate con firma elettronica e vengono inviate al fornitore attraverso lo stesso canale da lui scelto per l’inoltro della fattura elettronica alla PA.

È consigliabile che le notifiche del SdI, seppur non sottoposte ad alcun obbligo esplicito, vengano portate in conservazione.