1

PA tra dematerializzazione e fatturazione elettronica

Fatturazione elettronica e dematerializzazione: dai due fronti caldi dell’innovazione della PA e del sistema Italia arrivano notizie discordanti. Se da un lato le agenzie riportano la notizia del primo scambio PA-privati di una fattura elettronica secondo gli standard europei, dall’altro Assinform denuncia la riduzione della spesa della PA nell’ICT e, dunque, nella dematerializzazione. Nonostante la spinta programmatica positiva nei confronti della digitalizzazione, l’investimento nei mezzi per realizzare lo switch-off tra cartaceo e digitale langue.

Per tale motivo, i risultati riscontrabili nelle PA locali (vedi il progetto pilota della fatturazione elettronica) rappresentano, a maggior ragione, un successo di impegno e dedizione per l’avanzamento tecnologico e civile del nostro Paese.

Come è stato sottolineato da Angelucci, presidente Assinform, un maggior investimento nel settore della dematerializzazione nella PA apporterebbe benefici diretti e indiretti a tutto il sistema: dal taglio delle spese dell’amministrazione, fino all’aumento dell’occupazione giovanile in settori strategici per lo sviluppo.

Ma anche per confermare il ruolo di promotore dello sviluppo che lo Stato vuole assumersi, facendo da volano alle buone prassi di dematerializzazione e di fatturazione elettronica.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *