L’integrazione nei processi aziendali della fatturazione elettronica può essere il primo passo verso la creazione di una eSupply Chain Collaboration. Vale a dire, la creazione di un sistema coerente, de materializzato e automatizzato dei rapporti tra tutti gli operatori di una filiera produttiva.

Le informazioni scambiate tra gli attori si estendono fino a creare una struttura strategica integrata, condividendo e ottimizzando la gestione degli approvvigionamenti con tutti i fornitori, dalle richieste d’offerta alle fatture, passando per gli ordini di acquisto, le conferme, gli allegati, gli avvisi di spedizione e le bolle.

Il principale vantaggio di una eSupply Chain Collaboration, apoteosi della dematerializzazione e della logica che parte dalla fatturazione elettronica, è quello di mettere a sistema la catena di produzione, riducendo la circolazione e l’immobilizzazione del capitale.

La condivisione di informazioni di carattere transazionale (come le fatture elettroniche) e le informazioni di carattere strategico, attraverso strumenti di logistica integrata e di gestione documentale decentrata, la eSupply Chain Collaboration diventa una straordinaria macchina pronta a battere una concorrenza farraginosa di un business vecchio stile.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *