Con l’entrata in vigore dell’obbligo di fatturazione elettronica nei rapporti con le PA, molti imprenditori, fornitori delle pubbliche amministrazioni, dovranno adeguarsi ai sistemi di fatturazione richiesti dalla norma e dovranno familiarizzare con il Sistema d’interscambio (SdI).

Per effettuare fatturazione elettronica verso una PA attraverso il SdI, l’imprenditore potrà seguire due vie:

1. Emettere e trasmettere la fattura elettronica autonomamente;

2. Emettere e trasmettere la fattura elettronica tramite un intermediario autorizzato.

Il modello sul quale basare la fattura elettronica è quello del file FatturaPA e il punto di riferimento per informazioni o strumenti di supporto è www.fatturapa.gov.it.

Come trasmettere le fatture elettroniche al Sistema d’interscambio?

Le modalità di trasmissione sono cinque:

Via Posta elettronica certificata (PEC) – il file FatturaPA dovrà essere spedito alla PA come allegato di una mail PEC, alla casella di posta del SdI. Il riscontro della PA sarà una mail di risposta di accettazione o rifiuto della fattura ricevuta;

Via Web – sul sito fatturapa.gov.it è disponibile un’applicazione per l’invio di file o archivi. L’accesso al servizio è a disposizione dei titolari di credenziali Entratel, Fisconline o di CNS;

Tramite il servizio SDICoop – utilizzando i web services accreditati;

Tramite il servizio SPCoop – attraverso i canali Porta di dominio accreditati;

Tramite il servizio SDIFTP – attraverso i canali FTP accreditati.

Per maggiori informazioni sulle tipologie di trasmissione delle fatture elettroniche alla PA con il Sistema d’Interscambio, rimandiamo all’approfondimento del sito istituzionale.