In tempi di crisi aziendali e di corse al risanamento, tutte le strategie per ottenere un risparmio aziendale nel breve e nel lungo periodo sono al vaglio degli imprenditori. Tra di esse, così come è stato già sottolineato da studi nazionali e internazionali, si può annoverare l’introduzione della prassi di fatturazione elettronica.

Grazie alla fattura elettronica, i vantaggi della dematerializzazione di un processo amministrativo si ripercuoteranno in tutti gli ambiti di attività. Vantaggi che verranno massimizzati qualora alla fatturazione elettronica si affianchi la dematerializzazione di tutto il ciclo ordine-pagamento.

La grande incidenza (diretta e indiretta) della fatturazione cartacea sui bilanci aziendali è, oramai, nota. Il peso dei vecchi sistemi di contabilizzazione fiscale e di notifica su carta vanno a incidere sui costi amministrativi e di gestione, così come rappresentano un vero e proprio ingombro che, nei casi di aziende di dimensioni più grandi, può assumere una rilevanza logistica.

La leva della fatturazione elettronica sul risparmio aziendale gioca, dunque, su fattori non di secondo piano. A ciò si aggiunge una razionalizzazione del workflow documentale e di informazioni sia verso l’interno che verso l’esterno. Elemento che ottimizza i flussi di lavoro e che riduce i tempi del ciclo ordine-pagamento.

Investire per risparmiare è una strategia aziendale che dimostra uno spirito imprenditoriale lungimirante e dota l’azienda di uno strumento, qual è quello della fattura elettronica che, oltre il risparmio, fa guadagnare in termini di competitività.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *