Nell’occasione di un’audizione della Banca d’Italia in Senato in merito alla manovra per il risanamento dei conti pubblici prevista per il biennio 2011-2012, sono stati messi in luce i punti chiave di un progetto che vede la dematerializzazione delle fatture. La manovra, infatti, come ha ricordato Salvatore Rossi capo della ricerca economica, prevede una strategia che integri riduzione della spesa e lotta all’evasione fiscale. Le azioni di questa seconda parte del programma saranno molteplici, ma rappresenterà una buona base il fatto di poter partire dalla sicurezza dell’obbligatorietà della fattura elettronica. La misura prevede l’emissione elettronica di fatture con spesa superiore a 3.000 Euro per tutte le imprese e i professionisti. Questo consentirà una tracciabilità elettronica delle operazioni sull’Iva facilitando le operazioni di “intelligence” preventiva da parte delle Fiamme Gialle che in base al flusso di movimenti potranno targettizzare meglio i processi di verifica annuale. I controlli dei volumi d’affari dei fornitori e i costi dei loro clienti saranno facilmente ricostruibili, permettendo di individuare la consistenza di fatturati di soggetti con redditi incongrui.

L’obbligo di fatturazione elettronica, quindi come misura contro l’evasione, si inserisce in un piano di interventi che prevedono, inoltre, il potenziamento dei mezzi di riscossione e l’alt all’autocompensazione dei debiti sui ruoli definitivi. Ancora incerta la manovra nella sua totalità, dimostra tuttavia quanto l’adozione della digitalizzazione per la gestione dei rapporti documentali possa portare notevoli vantaggi non solo in termini di ottimizzazione dei processi , e quindi di risparmio sul costo dei processi stessi, ma anche in termini di sicurezza e controllo.

Dematerializzazione sarà un concetto chiave per lo sviluppo economico del paese nel prossimo biennio. Esso, che si determina nell’implementazione di firma digitale e PEC (posta elettronica certificata), processi di gestione digitale degli archivi e digitalizzazione delle fatture appunto, viene sempre più definendosi come sinonimo di sicurezza, snellimento burocratico, risparmio sulla spesa e ottimizzazione dei processi.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *