Abbiamo tratto spunto da un interessante articolo pubblicato sulla rivista cartacea Iged.it, trimestrale dedicato alla Gestione Elettronica dei Documenti e delle informazioni aziendali, redatto dal Dott. Eugenio Capra del Dipartimento di Elettronica ed informazione al Politecnico di Milano e intitolato “Green IT” per proporvi una visione alternativa e non consueta della gestione di dati e informazioni: l’impatto ambientale.
L’articolo sopra citato contiene numerosi spunti di riflessione sull’importanza del ruolo dei sistemi IT per la riduzione delle emissioni CO2, così si cita testualmente “…il ruolo dell’IT ha almeno tre valenze: il miglioramento dell’efficienza energetica, l’utilizzo più razionale dei materiali e la riduzione dei trasporti“.

In riferimento, nello specifico, non solo alla possibilità di ridurre notevolmente il consumo della carta ma anche all’impatto sui processi che, essendo ottimizzati assorbono meno energia, vengono citati quali strumenti indispensabili: la posta elettronica, i sistemi di archiviazione digitale, la fatturazione elettronica.

Ma che cosa è la Green IT?
E’ sicuramente un termine coniato di recente che sostanzialmente racchiude in se un concetto molto semplice: strategie, progetti e iniziative che pongono attenzione all’impatto ambientale.
A tal proposito si desidera segnalare la recente notizia che vede la nota società telefonica Vodafone essere stata premiata proprio per aver notevolmente ridotto l’impatto ambientale mediante alcune importanti iniziative come quella che prevede l’impiego di sola carta riciclata e la fatturazione elettronica grazie alla quale i suoi clienti riceveranno tutta la fatturazione in formato elettronico. Sul sito ufficiale della società si legge, relativamente al “Paperless billing” che entro Marzo 2011, saranno raggiunti da questo servizio il 60% dei clienti Consumer e il 30% dei clienti Business.

Argomenti correlati
Digitalizzazione dei documenti ed Ecologia
Digitalizzazione dei documenti 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *