1

I requisiti della fatturazione elettronica

Il Testo Unico delle Imposte e sui Redditi 2010 ha introdotto la fatturazione elettronica come metodo parificato, in termini di legge, alla fattura cartacea tradizionale. L’operazione di fatturazione, secondo le nuove norme introdotte dal T.U.I.R. 2010, potrà essere completamente gestita con procedure elettroniche a partire dalla sua formazione, passando per la trasmissione, per terminare con la registrazione e l’archiviazione della stessa. In tutte queste fasi, non ci sarà alcun bisogno di materializzare il documento.

Per arrivare a ciò è necessario che la fatturazione elettronica soddisfi alcune condizioni standard che possano far assurgere i dati in esso contenuti a livello di prova presentabile ai fini fiscali.

Nello specifico la fattura, per ottenere il riconoscimento di fattura elettronica:

  • deve contenere la data e l’ora di trasmissione del documento;
  • tra i suoi dati, non dovrà presentare codici eseguibili o codici macro;
  • dovrà essere siglata con un riferimento temporale e una firma elettronica dell’emittente a garanzia di autenticità e di integrità delle informazioni contenute;
  • la trasmissione per via elettronica dovrà essere effettuata con l’accordo del destinatario.

Tali elementi qualificanti, dovranno essere compresenti affinché si possa procedere alla fatturazione elettronica. In mancanza anche solo di uno di questi elementi, la procedura di fatturazione dovrà seguire le indicazioni previste per le fatture cartacee.

Scopri tutti i vantaggi dei servizi di fatturazione elettronica.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *