1

Procedura automatizzata del ciclo passivo

La gestione delle procedure relative al ciclo passivo aziendale è un’attività strategica che può influenzare la produttività dell’impresa. Un ciclo passivo poco fluido e un workflow documentale e informativo non tempestivo tra fornitori, magazzino e funzioni del core business aziendale sono elementi che possono portare l’azienda allo stallo.

La razionalizzazione della procedura del ciclo passivo e l’automazione dei processi di comunicazione e di scambio documentale verso l’interno e verso l’esterno possono abbattere i rischi di ritardo o di mancata comunicazione tra le realtà che concorrono alla produttività aziendale.

Il workflow automatizzato, attraverso una gestione dematerializzata del ciclo passivo, è una procedura che garantisce indubbi vantaggi:

  • Riduzione dei tempi di fatturazione passiva e dei tempi dei pagamenti;
  • Piena tracciabilità del flusso di comunicazioni;
  • Eliminazione degli errori di trasmissione dei dati dovuti a errori di trascrizione manuale;
  • Agevole e tempestivo accesso alle informazioni e ai dati;
  • Conservazione sostitutiva delle fatture passive e dei documenti relativi al ciclo passivo aziendale.

La trasformazione di una gestione cartacea del ciclo passivo in procedura automatizzata richiede una profonda analisi dei workflow aziendali da parte di esperti del settore, in modo da evitare di strutturare un’architettura fallace e in modo di massimizzare i vantaggi derivanti dalla dematerializzazione.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *