1

Cos’è la marca temporale nella firma digitale

Viene definita marca temporale o marcatura temporale l’apposizione di una firma digitale a un documento a cura di una terza parte che certifica la data e il momento della sottoscrizione del documento.

Non basterà, dunque, la firma del sottoscrittore del documento tramite firma digitale a certificarne la validità temporale.

Nel momento della marcatura, i sistemi prodotti dalla terza parte procederanno a una verifica esatta dei parametri temporali del momento in cui viene effettuata l’operazione. Si procederà, dunque, alla creazione di un nuovo file. Il file prodotto e salvato con un’estensione riconoscibile, conterrà, al suo interno, il documento per il quale si richiede la marca temporale e i riferimenti UTC (Tempo Universale Concordato).

Le TSA (Time Stamping Authorities) permettono l’apposizione del certificato di marca temporale accedendo a un servizio online fornito ai possessori di firma digitale tramite il menù contestuale del documento siglato.

Sia la firma digitale che la marca temporale devono essere conformi alla normativa DigitPA, Ente nazionale per la digitalizzazione della pubblica Amministrazione, ex CNIPA.

Approfondimenti:
Marca temporale
Firma digitale

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *