Il D.Lgs 235 del 30 dicembre 2010 identifica quattro categorie di firma con caratteristiche e differenze ben definite:
– La firma elettronica
– La firma elettronica avanzata
– La firma elettronica qualificata
– La firma elettronica digitale

Nel caso della firma elettronica si parla dell’insieme dei dati utilizzati come mezzo di identificazione informatica e apposti ad altri dati elettronici.

La firma elettronica avanzata, invece, è l’insieme dei dati in forma elettronica connessi a un documento per l’identificazione univoca del firmatario, che vengono creati attraverso mezzi in dotazione esclusiva al firmatario che garantiscono l’integrità dei dati sottoscritti dal firmatario.

La firma elettronica qualificata si basa su un certificato ed è apposta mediante l’utilizzo di un dispositivo sicuro.

La firma digitale è una firma elettronica avanzata che basa la propria validità su un certificato e sul sistema di due chiavi codificate e correlate tra di loro. L’apposizione di questa firma permette l’identificazione sicura del firmatario e garantisce l’integrità del documento così come firmato da chi lo ha prodotto.

Rispetto alla precedente normativa, è stata introdotta la firma elettronica avanzata e si sono definite nel dettaglio le altre categorie.

Scopri tutti gli approfondimenti sulla firma digitale.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *