Recentissima la news apparsa sul Sole24ore che ci riporta all’attenzione l‘importanza della firma digitale in ambito giuridico.

L’articolo contiene il riferimento allo Schema di decreto legislativo intitolato “Disposizioni in materia di atto pubblico informatico redatto dal notaio, ai sensi dell’articolo 65 della legge 18 giugno 2009, n. 69” e che potete trovare in calce (in formato PDF) al presente articolo di approfondimento.

In generale il decreto legislativo ammette l’obbligatorietà per il notaio dell’utilizzo della firma digitale, nello specifico vediamo alcuni stralci di alcuni articoli.

ART 23bis: II notaio per l’esercizio delle rispettive funzioni devono munirsi della firma digitale

ART 52-bis:
Le parti … sottoscrivono personalmente l’atto pubblico informatico in presenza del notaio con firma digitale o con firma elettronica, consistente anche nell’acquisizione digitale della sottoscrizione autografa.
2. II notaio appone personalmente la propria firma digitale dopo le parti, l’interprete e i testimoni e in loro presenza.

ART. 68-ter
…3. Il notaio attesta la conformità del documento informatico all’originale o alle copie apponendo la propria firma digitale.

Quanto la firma digitale sia divenuta importante lo si può evincere anche dall’attenzione che ad essa viene data dalle discipline giuridiche e come riportato anche sul CNIPA, questo strumento è uno dei “cardini del processo di E-Government“.

Link di approfondimento:

Disposizioni in materia di atto pubblico informatico redatto dal notaio, ai sensi dell’articolo 65 della legge 18 giugno 2009, n. 69 (PDF)

Tutto sulla firma digitale – Bucap

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *