Con l’introduzione della firma digitale il panorama giuridico e tecnologico della digitalizzazione dei documenti è mutato e sta mutando a favore di una più efficace gestione degli stessi e a favore dei cittadini, se parliamo in termini di servizi di e-Government.
Proprio in questo contesto la firma digitale si inserisce come strumento principale per consentire il riconoscimento e la validità di documenti personali come il passaporto.
Alcune importanti modifiche sono stati inserite, infatti, per quanto concerne il rilascio e il rinnovo del passaporto elettronico subordinato, ora, all’apposizione della firma digitale.

Che cosa è un passaporto biometrico

Si definisce passaporto biometrico il documento personale con microchip all’interno del quale sono state inserire le impronte digitali del proprietario.
Alcune città italiana già consentono di poter ottenere il passaporto biometrico così come dispone un regolamento europeo per tutti gli Stati membri.
Oltre alle impronte digitali il passaporto conterrà anche la firma digitale.

La sicurezza della firma digitale nel passaporto

Indubbiamente la presenza della firma digitale all’interno di un documento personale di così rilevante importanza è ormai indispensabile. Di fatto la “forza” della firma digitale è maggiore di quella di una firma autografa perché è contraddistinta proprio dalla caratteristica della “segretezza“.

Link correlati
La digitalizzazione come un’onda 
Firma digitale & Firma autografa

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *