1

Sulla firma digitale e la firma elettronica

Firma digitale e firma elettronica vengono ancora troppo spesso considerate sinonimi. I due metodi presentano tuttavia delle sostanziali differenze di fondo che li distinguono nettamente l’uno dall’altro per quanto riguarda il loro valore legale e la garanzia di invulnerabilità che attribuiscono al documento stesso.

Facciamo ora un po’ di chiarezza in merito.

La firma digitale

Per firma digitale si intende esattamente ciò che recita l’articolo 1 del D.P.R. del 28.12 .2000, n. 455: “firma digitale è un particolare tipo di firma elettronica qualificata basata su un sistema di chiavi asimmetriche a coppia, una pubblica e una privata, che consente al titolare tramite la chiave privata e al destinatario tramite la chiave pubblica, rispettivamente, di rendere manifesta e di verificare la provenienza e l’integrità di un documento informatico o di un insieme di documenti informatici“.

La firma digitale è quindi un sistema di riconoscimento della provenienza e di verifica dell’integrità di un documento legalmente accettato e che permette di:
• Connettersi con il destinatario in modo univoco;
• Identificare il destinatario;
• Essere creata con mezzi ad esclusivo controllo del destinatario;
• Deve essere connessa ai dati cui si riferisce in modo da registrare ogni successiva modifica di quelli;
• Infine perché vi sia la certezza che tutti i precedenti requisiti abbiano valore la firma digitale deve essere validata da un Ente certificatore esterno presente nella lista detenuta dal Ministero per la Pubblica Amministrazione in cui sono indicati gli enti certificati adibiti alla validazione stessa della firma.

La firma elettronica

La firma elettronica è un sistema considerato “debole” per la garanzia e la sicurezza dei dati conservati in un documento digitale. Essa considera una qualsiasi forma di connessione dati utile per l’autenticazione informatica di un documento elettronico. Questo tipo di sistema di autenticazione dati può essere realizzata con semplici strumenti quali: password, pin, digitalizzazione della firma autografa o tecniche biometriche. Infine la firma elettronica è considerata a livello giudiziario come “forma scritta” e la sua efficacia probatoria sarà valutata di volta in volta dal giudice.

Approfondimenti
Firma digitale e firma elettronica

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *