La decisione di affidare l’e-commerce a servizi di outsourcing è una scelta strategica guidata dall’attenta valutazione di alcuni fattori chiave di questa modalità di business e dagli strumenti richiesti. In primis la piattaforma di e-commerce e tutte le funzionalità che ad essa devono essere associate. Si pensi al sistema di CRM o all’integrazione con i sistemi di gestione degli ordini, della logistica, del magazzino e della fatturazione. In questo senso, la scelta di soluzioni freeware pone in partenza importanti limiti che non mancheranno di dimostrare il proprio peso ad attività avviata.

Affidare in outsourcing gli strumenti e i servizi legati all’attività di e-commerce, a seguito di un’accurata scelta del partner outsourcer, significa poter contare su un e-shop integrato ed efficiente, frutto di anni di esperienza nel settore e in grado di soddisfare le esigenze particolari dell’impresa grazie a quella flessibilità spesso assente nelle soluzioni open source. Il know-how a supporto di un progetto professionale di e-commerce mira a garantire la massimizzazione del ROI grazie alla scelta di layout d’impatto e l’ottimizzazione della gestione dello strumento e dei sistemi informativi.

Come insegna il caso di Amazon, il cuore di un’attività di e-commerce competitiva è la logistica. Per questo Bucap si propone come fornitore unico di servizi in outsourcing per l’e-commerce che vanno dallo sviluppo della piattaforma di vendita, allo stoccaggio dei materiali, fino ad arrivare all’imballaggio e alla spedizione dei prodotti.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *