I sistemi di gestione documentale digitale: perché scegliere le soluzioni open source? Un’azienda, o un’organizzazione, può trovare nei software non proprietari dei vantaggi impareggiabili, partendo dal costo iniziale per proseguire sul tema della flessibilità d’implementazione e di customizzazione, sulla base delle esigenze specifiche.

Grazie all’ampia flessibilità delle soluzioni di gestione documentale open source sarà possibile, infatti, adattare il nuovo sistema ai processi organizzativi e ai workflow già in atto, un aspetto fondamentale per evitare che l’introduzione di uno strumento volto alla semplificazione e l’alleggerimento dei processi si trasformi in un trauma organizzativo.

La scelta di un open source deve, però, essere oculata e basarsi sulla valutazione della sua diffusione e sull’attività della comunità di sviluppo. Maggiore sarà la diffusione della piattaforma di gestione documentale basata su codice Open source, più ampia sarà la comunità dedita al suo sviluppo e maggiori saranno le release di fixing e di miglioramento dello strumento.

Un software open source permette di abbattere i costi d’acquisto iniziale e i costi d’intervento successivo. È altresì vero che l’implementazione di un’architettura di gestione documentale in un’organizzazione deve essere guidata da esperti, per massimizzarne l’efficienza e l’integrazione nei workflow documentali.