Il protocollo informatico di conservazione documenti e archiviazione è una procedura fluida che deve rimanere tale. Ma, cosa succede nel caso in cui la procedura di protocollo informatico subisca un malfunzionamento?

In questo caso entra in gioco il registro di protocollo informatico d’emergenza, da affiancare al registro di protocollo ordinario, che registrerà i documenti protocollati nel lasso di tempo nel quale non siano utilizzabili le procedure standard del protocollo.

Una volta terminato lo stato d’emergenza, i dati dovranno essere ripristinati sul registro di protocollo ordinario.

Per quanto riguarda le Pubbliche amministrazioni, le procedure d’impiego dei registri di protocollo d’emergenza sono standardizzati e devono seguire i dettami della normativa vigente in materia.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *