L’Istituto Luce nacque nel 1924 e, da allora, ha raccolto, conservato e valorizzato un immenso patrimonio filmico e fotografico che testimonia la storia contemporanea italiana (e non solo).

Ne ha fatta di strada l’Istituto: da strumento di propaganda del regime fascista a ente di tutela documentale del nostro Paese. Oggi l’Archivio Storico Luce conta ben 12.000 cinegiornali e 4.700 documentari, senza contare pellicole filmate di varia natura e provenienza e prodotti video confezionati o non montati. Altra perla del patrimonio documentale di questa eccellenza tra gli archivi storici italiani è la raccolta fotografica: 3 milioni di fotografie prodotte dall’Istituto stesso o provenienti da fonti esterne.

Un tesoro incredibile, che al momento è in fase di catalogazione e digitalizzazione.

L’Archivio Luce oggi permette anche la consultazione di fondi di terzi, come i cinegiornali della Cineteca Nazionale della Scuola Nazionale di Cinema, un fondo dell’Archivio Centrale dello Stato, un fondo dello Stato Maggiore dell’Esercito e alcuni filmati della Cineteca del Friuli.

Grazie al suo patrimonio, l’Archivio Storico dell’Istituto Luce ha ottenuto, da parte della Soprintendenza Archivistica per il Lazio, il riconoscimento di archivio di notevole interesse storico.

Per scoprire di più su questo Istituto, vi invitiamo a visitare il suo sito internet.