La Politica per la qualità, l’ambiente e la sicurezza

La Bucap S.p.A. si pone come obiettivo primario la soddisfazione delle “parti interessate” alle attività della società, intendendo con ciò la realizzazione delle attese di tutti coloro che hanno delle aspettative rispetto all’Azienda.

In particolar modo, si perseguono costantemente come obiettivi principali: la piena soddisfazione dei propri clienti, fornendo servizi e prodotti in linea con le specifiche richieste e con elevato valore aggiunto, la tutela dell’ambiente, garantendo il monitoraggio continuo delle performance ambientali aziendali, e la tutela della salute della sicurezza e del benessere dei lavoratori.

La Direzione della Bucap S.p.A. è pienamente consapevole che una responsabile strategia economica, rivolta alle problematiche ambientali derivanti dalle proprie attività, risulta essere essenziale per il proprio successo e per la soddisfazione delle parti coinvolte e dei propri clienti. Inoltre, la Direzione ritiene la cultura della prevenzione dei rischi e il coinvolgimento di tutti gli attori nell’ambito della salute e sicurezza un fattore essenziale per rafforzare lo sviluppo dell’azienda.

In relazione agli intenti sopra indicati, la Direzione ha disposto l’integrazione dell’attuale Sistema Qualità e Ambiente aziendale, conforme alle norme UNI EN ISO 9001: 2015 e UNI UN ISO 14001:2015, con i requisiti della norma BS OHSAS 18001:2007 e le linee guida UNI Inail come documento di indirizzo alla progettazione, implementazione e attuazione di sistemi di gestione della salute e della sicurezza sul lavoro.

Obiettivi per la tutela dell’ambiente

Gli obiettivi che la Direzione intende perseguire, attraverso una corretta gestione del Sistema integrato aziendale, sono:

  • Migliorare l’efficacia del servizio in termini di regolarità, puntualità ed affidabilità;
  • Migliorare l’efficienza del servizio;
  • Garantire il rispetto della normativa cogente, in termini di tutela dell’ambiente, di sicurezza e di tutela della salute sul posto di lavoro per i lavoratori;
  • Impostare le proprie scelte organizzative, gestionali e tecnologiche in un’ottica di miglioramento continuo delle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, di tutela ambientale e di attenzione al ciclo di vita del servizio offerto;
  • Prevenire o eliminare sul nascere eventuali anomalie, sprechi, incidenti e quasi infortuni;
  • Migliorare le performance ambientali delle proprie attività per ridurre l’impatto ambientale conseguente:
    • Prevenendo l’inquinamento dell’aria, del suolo e dell’acqua;
    • Minimizzando il consumo di energia elettrica, di gasolio, di acqua, di materie e la produzione dei rifiuti, favorendone il recupero ove possibile;
    • Riducendo le emissioni delle sorgenti rumorose e delle sostanze lesive per l’ozono in atmosfera;
    • Favorendo l’utilizzo di energie alternative e l’utilizzo di impianti e attrezzature a basso impatto ambientale.
  • Incrementare il numero dei clienti acquisibili attraverso la partecipazione a gare d’appalto e attraverso la presentazione di offerte tecniche che tengano conto della sostenibilità ambientale del servizio offerto;
  • Sviluppare il servizio di archiviazione ottica, come alternativa al servizio di archiviazione fisica, nell’ottica di ridurre gli impatti ambientali relativi alla produzione e archiviazione di materiale cartaceo;
  • Favorire la crescita delle competenze tecnico-professionali del personale operante sotto il controllo dell’organizzazione, al fine di accrescere le prestazioni aziendali rispetto all’ambiente e alla salute e sicurezza sul lavoro;
  • Migliorare la disponibilità, della tempestività e della chiarezza delle informazioni verso il Cliente e le parti interessate, anche in tema di tutela ambientale e di salute e sicurezza sul lavoro;
  • Ridurre i costi derivanti dalla Non Qualità, razionalizzazione dei consumi di materie prime, risorse naturali e quanto abbia un impatto sull’ambiente;
  • Raggiungere una costante riduzione degli infortuni sul lavoro, in linea con quanto indicato dall’Unione Europea, con l’obiettivo di tendere nel medio/lungo periodo a “zero infortuni”;
  • Rilevare le aspettative e i bisogni delle parti interessate, gestire i reclami ed i suggerimenti provenienti dalle parti interessate rilevanti al fine di misurare con sistematicità il livello di gradimento del servizio;
  • Accrescere il coinvolgimento e la consapevolezza sull’impatto delle attività svolte sull’ambiente e sulla prevenzione dei rischi da parte del personale aziendale attraverso l’individuazione di adeguati strumenti di diffusione della politica aziendale e di comunicazione interna per garantire che ogni funzione operi e produca secondo un’ottica di Qualità, rispetto dell’ambiente e prevenzione dei rischi in tutte le attività ed i servizi che svolge all’interno delle sue mansioni.

Attività e iniziative

Tali obiettivi potranno essere conseguiti attraverso:

  • La definizione di obiettivi attraverso l’approfondita conoscenza del contesto in cui l’organizzazione opera;
  • Una pianificazione degli interventi da attuare, con la definizione di opportuni Piani di Miglioramento definiti in sede di riesame del Sistema Integrato o in occasione di revisioni di processo sulla base di un approccio basato sull’analisi e la gestione dei rischi;
  • L’individuazione di una serie di parametri significativi per la valutazione oggettiva dei seguenti aspetti: qualità, processo produttivo, commerciale, approvvigionamento, sviluppo soluzioni software, soddisfazione cliente, aspetti ambientali e performance sulla salute e sicurezza sul lavoro. In occasione del riesame del Sistema integrato, saranno sottoposti a verifica i risultati ottenuti e di conseguenza strutturate azioni di miglioramento, con nuovi indicatori, per l’anno successivo che verranno opportunamente diffusi;
  • La continua sensibilizzazione dei clienti e dei fornitori relativamente alla riduzione degli impatti relativi agli aspetti ambientali e dei rischi per la salute e sicurezza sul lavoro originati dalle attività realizzate dall’organizzazione;
  • La continua sensibilizzazione e coinvolgimento dei lavoratori che operano sotto il controllo dell’organizzazione ottenuta con la promozione di processi di comunicazione efficaci che mirino a fornire un contributo per il miglioramento delle performance ambientali e relative alla salute e sicurezza sul lavoro;
  • La definizione di ruoli specifici all’interno della propria organizzazione a cui attribuire compiti di vigilanza sugli impatti degli aspetti ambientali e sul rispetto delle prescrizioni relative alla salute e sicurezza sul lavoro da parte di tutti gli attori coinvolti;
  • Il monitoraggio e l’attuazione costante dei processi di formazione, informazione e addestramento di tutto il personale, puntando, laddove possibile, su metodologie innovative quali e-learning e comunicazioni on-line;
  • L’innovazione tecnologica delle proprie infrastrutture, delle attrezzature e degli impianti;
  • Il monitoraggio e l’analisi dei risultati effettuato con l’ausilio di specifici indicatori;
  • L’esame delle caratteristiche e dell’eventuale eco-compatibilità di prodotti, servizi ed attrezzature acquistati ed impiegati nell’erogazione del servizio;
  • Il controllo operativo sui fornitori impattanti sull’ambiente e la sicurezza;
  • La definizione di strumenti e modalità di comunicazione efficaci con le parti interessate rilevanti.

Tutti sono invitati a comunicare eventuali carenze o non conformità di cui possano venire a conoscenza e comunque a proporre interventi di miglioramento possibili.

Questa Direzione, al fine di rendere possibile l’attuazione ed il mantenimento del Sistema Integrato Qualità, Sicurezza e Ambiente, ha provveduto a definire ed assegnare i mezzi e le risorse necessarie per la gestione del Sistema. In tal senso si dà mandato al Responsabile Sistema di Gestione Integrato (RSGI) di monitorare costantemente ed efficacemente l’intero sistema al fine di segnalare con continuità:

  • Le variazioni al contesto in cui l’organizzazione opera;
  • Gli interventi migliorativi attuabili;
  • Le carenze organizzative e di risorse;
  • Le performance aziendali;
  • La conformità alle prescrizioni legislative applicabili;
  • I near misses e le potenziali cause di problemi/infortuni/incidenti;
  • L’andamento degli indicatori definiti nell’ambito dei riesami del sistema.

Inoltre al Responsabile Sistema di Gestione Integrato (RSGI) è conferita delega ed autorità per assicurare l’attuazione ed il mantenimento, in tutta l’Azienda, del Sistema integrato descritto in questo Manuale. Il RSGI ha l’autorità per intervenire in ogni parte del processo al fine di assicurare che il Sistema di Gestione Integrato venga applicato e mantenuto in tutti i settori dell’Azienda. Per le attività di cui sopra RSGI, incaricato come Rappresentante della Direzione aziendale, riferisce direttamente alla Direzione (DG).

Monterotondo, lì 29 aprile 2020

Per saperne di più

Glossario

Terminologie e termini tecnici dal mondo archivistico e IT

Hai altre domande?

Area Editoriale